Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Il biberon: come gestirlo e averne cura

Simbolo per eccellenza del bebè, il biberon è uno degli strumenti più preziosi per mamma e papà quando in casa c’è un piccolino da nutrire. Quando nasce un bambino infatti, ogni famiglia sa che averne qualcuno a disposizione è molto importante, indipendentemente dal tipo di allattamento che si sceglie per il neonato. Con la nostra mini guida, scoprite allora come prendervi cura del vostro biberon seguendo poche e semplici regole.

C’è chi lo compra ancor prima che nasca il bambino e chi invece lo sceglie dopo in base alle sue esigenze. In tutti i casi il biberon è uno degli strumenti più caratteristici e comunemente usati da un neogenitore. Inizialmente lo si utilizza per il latte (materno o artificiale) e poi, man mano che il piccolo cresce, si può trasformare in un alleato perfetto per l’acqua o bibite di vario genere tra cui camomilla, tisane o tè deteinati. Con la nostra mini guida, scoprite allora come gestire al meglio la scelta del biberon dei vostri figli e averne la giusta cura. Buona lettura!


La scelta. 

Innanzitutto, per scegliere il biberon più adatto ai vostri bambini, tocca prendere in considerazione alcuni aspetti. L’età del piccolo, le esigenze nutrizionali e, perché no?, anche l’estetica. Esistono infatti diverse misure e adattare la tettarella giusta al vostro bebè non è così scontato. Approfittate allora della disponibilità di amici e parenti a fare tanti regali al nascituro per provare diverse tipologie e misure, così da assecondare al 100% le necessità di vostro figlio. Il biberon è una parte molto importante della sua vita e del legame che si creerà con la mamma e con chi si prenderà cura dei suoi pasti.

L’igiene. 

La sicurezza, quando nasce un bimbo, diventa una parte fondamentale dell’organizzazione della nuova famiglia. Tra le speciali attenzioni rivolte al piccolo, rientra senz’altro anche l’igiene del suo biberon. Il metodo-base per tenere pulito il biberon, dopo averlo lavato normalmente con acqua e sapone, è la bollitura almeno una volta al giorno (dopo ogni uso, durante le prime settimane di vita). Un trucchetto, per evitare che si crei troppo calcare, è quello poi di aggiungere all’acqua un cucchiaino di acido citrico. In alternativa, potete scegliere i comuni dispositivi per sterilizzare i vostri biberon. 

L’aspetto emotivo.  

Una considerazione da non sottovalutare sul biberon è che il suo utilizzo è particolarmente significativo per quanto riguarda il legame con il vostro bambino. Il momento dei pasti, infatti, è molto più di un semplice nutrimento fisico. Quando il bimbo beve dal suo biberon, riceve anche tutte le attenzioni emotive di cui ha bisogno. Il piccolo al contempo mangia e viene avvolto da un abbraccio che gli infonde sicurezza e stabilità. Il biberon per lui è conforto e rassicurazione e quei momenti gli serviranno per strutturare la propria vita emotiva. 

E voi, come gestite il biberon del vostro bambino?
Raccontateci come vi prendete cura del biberon del vostro bebè sulla pagina Facebook di Bennet

Promozioni

DA BENNET: TUTTI FUORI!

DA BENNET

DA BENNET: IL GIARDINO CHE MI PIACE