Skip Navigation LinksHome > Editoriale Tag > Editoriale Articolo

Come presentare il neonato al gatto di casa?

È nato! E in famiglia non potreste essere più felici! Quando un bambino viene al mondo è un momento di grande gioia per tutti. E dopo il parto, arrivano le presentazioni del piccolino a tutti i parenti e gli amici. Ma siete sicuri di non aver dimenticato qualcuno? Anche il gatto di casa, infatti, merita di incontrare ufficialmente, con le dovute premure, il nuovo arrivato. Con la nostra mini guida scoprirete come affrontare questo delicato appuntamento.

Se convivete da un po’ con un gatto, ora che il bebè sta per arrivare a casa, sarà importante farli incontrare nel modo giusto. Sarà un momento particolarmente delicato ed emozionante. La vita con un gatto, infatti, è un grande regalo che fate al vostro bambino per il suo futuro. Crescere con un animale domestico è fonte di diversi benefici. Oltre ad aiutare i piccoli a sviluppare curiosità verso gli tutti gli animali, compresi i più insoliti, sarà anche un ottimo spunto per insegnare loro a scoprire le proprie emozioni, coltivare il senso di responsabilità e a prendersi cura di un altro essere vivente. Grazie alla nostra mini guida avete un vademecum per gestire il primo incontro tra il micio di casa e il vostro bimbo nel modo più sereno possibile. Buona lettura.


Prima della nascita.

Qualche settimana prima della nascita, la vostra casa sarà già un po’ attrezzata per l’arrivo del bimbo. E quando il micio vedrà entrare in parata lettini, culle, passeggini e fasciatoi ne resterà particolarmente colpito. Annuserà ogni angolo e tenterà di trasformare qualsiasi superficie in un comodo giaciglio per le sue ronfate. Fin da ora, dunque, comincia la vostra opera di mediazione tra i più piccoli di casa. Fate in modo che il gatto conservi le proprie aree ben definite e che abbia il meno accesso possibile agli spazi in cui dormirà il bambino. Potreste coprire, ad esempio, con un telo ovetto, culla o lettino del futuro bebè e invitare il gatto ad avvicinarsi con circospezione e rispetto.

I vestitini del bimbo.

Una volta nato il vostro bambino, un metodo molto utile per farlo conoscere già “a distanza” dal gatto è portare a casa un suo vestitino (che potrebbe essere una tutina o una cuffietta) in cui si sia impregnato il suo odore e farlo annusare al gatto. Di questo delicato compito potrà senz’altro occuparsi il neo-papà! In questo modo, il gatto, che utilizza l’olfatto per conoscere il mondo che lo circonda, inizierà a prendere confidenza con la nuova persona che entrerà a far parte della sua famiglia, occupando una parte del suo territorio.

L’incontro.

E ora, il momento più importante: l’incontro! Potreste portare il bimbo nella sua cameretta e aspettare che il gatto arrivi a curiosare. Ci vorranno pochi secondi, perché i felini solitamente sono molto ricettivi verso le novità. Se invece il vostro micio si mostra spaventato e si nasconde, portate pazienza fino a quando si sentirà abbastanza spavaldo da uscire dal nascondiglio. Una volta vicini, fate in modo che uno di voi tenga ben saldo e protetto il bambino e l’altro coccoli il gatto rassicurandolo con un tono di voce calmo e gentile. Lasciate che il gatto annusi molto gradualmente un “pezzetto” del vostro bimbo che potrebbe essere una manina o un piedino, tenendo però una distanza di sicurezza. Da qui in avanti e per i primi mesi, monitorate sempre gli incontri e fate in modo che il gatto non resti mai solo con il bambino. Sicuramente è un animaletto buono ma è sempre meglio avere prudenza e fare in modo che si crei una relazione nel tempo senza bruciare le tappe. Per garantire inoltre al micio una maggiore padronanza degli spazi e favorire la conoscenza del bimbo, potreste fargli qualche regalino strategico. Un esempio è la Cuccia Piramide di Amici Preziosi, un morbido rifugio in cui il gatto potrà rintanarsi quando vorrà stare per conto proprio. La cuccia è realizzata in tessuto digitale con fantasia a righe e base antiscivolo ed è vostra grazie alla Raccolta Punti Bennet Club con 4.900 punti gratis oppure con 2.400 punti + € 25,00. Passati i primi tempi, comunque, vedrete come questo rapporto si consoliderà e quanto divertimento ne nascerà. Entrambi avranno un compagno di giochi e si vorranno davvero molto bene.

E voi, come gestite il primo incontro tra neonato e gatto di casa?

Raccontateci le vostre strategie per far conoscere i due piccoli di casa sulla pagina Facebook di Bennet.