Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

La dieta dei 100 anni.

Volete allungarvi la vita? Ecco come farlo mangiando meglio.

Scoprite il segreto degli uomini e delle donne più longevi del mondo.

La dieta dei 100 anni (o di Okinawa) ha origini antiche in Giappone. Si chiama così perché proprio nella cittadina di Okinawa si registra il maggior numero di centenari del mondo. Sembrerebbe che grazie a una specifica alimentazione, la vita media da quelle parti sia, infatti, particolarmente lunga.


La dieta dei 100 anni o di Okinawa.

La parola chiave è: moderazione. Ma non solo. Per seguire questo tipo di dieta occorre essere un po’ zen e osservare alcune regole specifiche. I risultati, a fronte di un piccolo sforzo iniziale, non tardano ad arrivare e tutto l’organismo ne trae beneficio.

Il cibo è una medicina.

La parola giapponese ishokudoghen significa proprio “il cibo è una medicina” e la dieta dei 100 anni lo dimostra. Secondo questa filosofia, tutto ciò che introduciamo nel nostro corpo contribuisce alla sua salute. Un cibo sano, dunque, cura e sostiene. E non solo è importante quale cibo assumere, ma anche le sue quantità. Per seguire questa dieta, occorre consumare solo l’80% di ciò che vorremmo mangiare. La regola è all’insegna del buon senso: alzarsi da tavola con un po’ di appetito ci fa sentire più leggeri.

Moderazione (e tanto pesce).

Rispetto al resto del Giappone, a Okinawa si consuma il triplo di pesce. Ed è proprio il pesce il caposaldo di questa dieta: non deve mai mancare in tavola. Poco riso e poca carne possono essere una valida alternativa. Infine, bisogna aumentare il consumo di verdure che si aggirano, secondo la Okinawa, dalle 7 alle 13 porzioni giornaliere. Anziché il sale, meglio utilizzare curry e soia per condire. Il tutto, ricordatelo sempre quando fate le dosi, va preparato con moderazione. La ricetta più famosa, infine, è il Chanpuru: una semplice (e super sana) preparazione a base di verdure miste saltate e tofu.

Fare tutto con amore.

Sembra, però, che la dieta di Okinawa preveda una prescrizione fondamentale, per la quale non ci sono ricette da seguire: fare tutto con amore. E, in cucina, amore significa scelta accurata degli ingredienti, dedicare il giusto tempo e prestare attenzione soprattutto alla qualità delle materie prime. Per noi italiani, forse non sarà così facile rinunciare ai rigatoni e dirsi ogni giorno “arigato” anziché “buonappetito”, ma provare per un po’ questa dieta può essere comunque un’esperienza interessante e utile.

Avete mai provato la dieta dei 100 anni per una lunga vita?

Fateci conoscere le vostre ricette e i vostri elisir sulla pagina Facebook di Bennet.

Promozioni

DA BENNET: SCONTO 50% 40% 30%

DA BENNET: I TUOI ADDOBBI

DA BENNET: SPECIALE GIOCATTOLI

DA BENNET: COCCOLE D'AUTUNNO