Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Tanti amici o pochi ma buoni?

Gli amici. Un pilastro su cui contare sempre. La famiglia che ti scegli. La spalla su cui piangere ma anche compagni di svago, tempo libero e risate. Qualcosa che “più ce n’è meglio è”? Oppure meglio pochi ma buoni? Con la nostra mini guida avete qualche spunto di riflessione a proposito di un tema sempre attuale su cui, in passato, si sono interrogati anche vari filosofi e pensatori.

Avete mai riflettuto sulle vostre amicizie? Siete tipi da compagnie numerose e non rinunciate alle tavolate chilometriche oppure fate parte di quello schieramento secondo cui è meglio avere pochi amici ma buoni (per intenderci, quelli che si possono contare sulle dita di una mano)? Seguite questa mini guida per avere una panoramica completa riguardo a questi due “team” differenti. Sentirete la campana di chi sostiene che sia melius abundare quam deficere e quella di chi, nelle amicizie, è invece più minimalista. A voi la scelta e buona lettura!


Tanti amici o pochi ma buoni?

W le compagnie.

Grandi tavolate all’aria aperta, feste a sorpresa piene di invitati, rubriche telefoniche gremite di contatti: ecco a voi il team dell’abbondanza (di amici). Secondo questa fazione, ciò che contraddistingue l’amicizia è la varietà, l’apertura, la ricchezza che deriva dall’entrare in contatto con persone e punti di vista diversi. Chi ha tanti amici sa, infatti, di poter contare su una moltitudine di risorse, tutte differenti tra loro. Spesso, questa tipologia di persone esce con “la compagnia”: un gruppo folto di amici che, all’occorrenza, si apre volentieri a nuovi arrivati. E questa formula di frequentazioni dà sicurezza e al contempo allegria: c’è sempre qualcosa di nuovo di cui parlare e nuovi volti da incontrare.

Un caffè al tavolino.

Il team “pochi ma buoni” sostiene invece che ai veri amici basta semplicemente sedersi a un tavolino per un caffè: un’attività molto amata da chi ritiene che l’amicizia sia qualcosa di molto intimo e da instaurare solo tra pochissime persone nella vita. E a proposito di caffè, per i veri intenditori, una macchina d’eccellenza è quella firmata Vergnano. La macchinetta Trè Mini a capsule è perfetta per creare la giusta atmosfera a casa e coltivare le migliori amicizie. Per averla, bastano solo 4.500 punti della Raccolta Bennet Club + 40 Euro.
Secondo questa visione, l’amicizia si struttura in modo stabile e duraturo nel tempo, creando ricordi e piacevoli tradizioni. Gli amici intimi superano insieme momenti di crisi e si godono i successi l’uno dell’altro, tenendosi costantemente aggiornati. I membri di questo team sono convinti che solo attraverso una lunga frequentazione con persone poche e selezionate con cura, si possa strutturare un’autentica amicizia; le altre invece sono semplici conoscenze o pubbliche relazioni.

E secondo voi? Meglio pochi ma buoni o tantissimi amici?

Raccontateci cosa ne pensate a proposito della quantità di amici da avere nella vita sulla pagina Facebook di Bennet

Promozioni

DA BENNET: SOTTOCOSTO ANNIVERSARIO

DA BENNET: LA TUA CASA RISPLENDE

DA BENNET: ESTATE POP - TUTTI AL MARE