Skip Navigation LinksHome > Editoriale Categoria > Editoriale Articolo

Facciamo il pupazzo di neve: tecniche infallibili

Qual è il vostro primo pensiero durante una bella nevicata? Se avete risposto immediatamente: un pupazzo di neve! Questa è la mini guida che fa per voi. A beneficio di chi è rimasto un po’ bambino o chi di bimbi ne ha in famiglia, avrete dunque qualche dritta per rendere il vostro momento-pupazzo-di-neve davvero speciale.

Ve ne sarete accorti, tra i molti regali di Natale, i bambini preferiscono sempre le cose più semplici. Per loro, a ben guardare, quel che conta è stare con le persone a cui vogliono bene e poter esprimere tanta creatività. Cosa c’è di meglio, allora, che salutare l’inverno con un bel pupazzo di neve? Indossate dunque il vostro abbigliamento invernale più resistente e uscite armati di buona volontà: a darvi le giuste dritte per creare il miglior pupazzo di neve ci pensa la nostra mini guida. Buona lettura!


Facciamo il pupazzo di neve: tecniche infallibili

Il corpo.

Munitevi di grande impegno: vi servirà tutto l’aiuto e l’entusiasmo di cui sono capaci i bambini per creare la base del vostro pupazzo. Arrotolate una palla piuttosto grande che sarà la base e una più piccola che rappresenterà la testa. Vi sembra scontato? Non è così: in questo modo ridurrete al minimo il rischio di crolli. Per realizzare le due palle, la cosa migliore è creare un nucleo da far rotolare più volte nella neve fresca fino a renderla compatta.

Il terreno adatto.

Cercate un terreno orizzontale e pulito. Fare un pupazzo di neve è una cosa seria: non tutte le superfici sono adatte. L’operazione precedente, infatti, senza un attento studio del terreno, risulterà totalmente inutile. Anche in questo caso, fatevi aiutare dai bambini dopo aver spiegato loro le caratteristiche ideali che state cercando. In questo modo, il pupazzo durerà di più e sarà emozionante per loro ritrovarlo il giorno dopo ancora lì, in tutto il suo splendore!

Via libera agli accessori.

I bambini amano il fai-da-te creativo: chiedete a loro di immaginare i dettagli che andranno a comporre il volto e l’abbigliamento del vostro pupazzo. Nei giorni precedenti, poi, andate a caccia di bottoni, sassolini, caramelle, abiti che non usate più, legnetti e naturalmente la classica carota per il naso del pupazzo. Dopodiché, via libera alla fantasia. Il tocco finale sarà un vecchio cappello, magari del nonno, così da rendere ancora più simpatico il vostro amico di ghiaccio.

E voi, come realizzereste un perfetto pupazzo di neve con i bambini?
Raccontateci le vostre avventure sulla neve con tanto di foto del vostro pupazzo sulla pagina Facebook di Bennet.

Promozioni

DA BENNET: UNA CASA PIÙ TUA

DA BENNET: SOTTOCOSTO ANNIVERSARIO

DA BENNET: ESTATE POP - TUTTI AL MARE