Skip Navigation LinksHome > Editoriale Tag > Editoriale Articolo

È arrivato il fratellino (come gestire la situazione)

Dopo nove mesi di attesa, ecco il fratellino! Voi genitori siete in estasi ma gli altri vostri bimbi? Per gestire le loro emozioni abbiamo preparato una mini guida ad hoc.

Evviva: è arrivato il fratellino (come gestire la situazione). Lo avete desiderato tanto e per certi versi lo avete fatto anche un po' per lui ma il vostro primogenito proprio non si rassegna: prima era il re di casa e adesso è arrivato un pericoloso rivale a minacciare il suo regno. Per gestire la naturale gelosia dei fratellini maggiori, corriamo in vostro soccorso con una mini guida ai primi momenti di gioia e caos dati dall'arrivo del fratellino.


Segnali di gelosia.

Quando in famiglia arriva un fratellino, il primogenito potrà dare segnali di gelosia: bronci improvvisi, cambiamenti repentini di comportamento, regressioni a uno stadio ancor più infantile. Il consiglio è innanzittutto di non sminuire tutti questi segnali. Anche se per voi è un momento di immensa gioia, per lui si tratta di uno sconvolgimento inatteso e pieno di contraddizioni. Amerà il fratellino ma se ne sentirà minacciato. Prendete sul serio le sue emozioni senza mai sminuirle e passate allo step successivo.

Parlate.

Cercate un momento tranquillo, magari mentre leggete un libro insieme o colorate, e cogliete l'occasione per parlare con il vostro bimbo più grande. Spiegategli molto bene i dettagli su come cambieranno le loro abitudini mostrandovi sempre molto attenti alle sue esigenze. Può essere utile anche utilizzare un bambolotto o un orsacchiotto per mostrargli come accudire una creatura più piccola di lui insegnandogli a mostrare tenerezza e delicatezza.

Fategli un regalo.

Scegliete tra i regali più graditi dai bambini quello che sicuramente fa per vostro figlio e fateglielo trovare il giorno in cui il fratellino arriva a casa. Il più piccolo riceverà un mucchio di doni e attenzioni che potrebbero aumentare il senso di gelosia. Infine, non esitate a sgridare il bimbo grande quando esagera e se necessario perché ogni tanto i no permettono di crescere e a rafforzarsi. Al tempo stesso, sfoderate tutta la vostra pazienza e tenete a mente che questo momento passerà e presto cominceranno a conoscersi e (fondamentalmente) a volersi bene.

Come comportarsi quando in famiglia arriva un fratellino?
Raccontateci le vostre strategie anti-gelosia tra fratellini sulla pagina Facebook di Bennet.