Skip Navigation LinksHome > Editoriale Tag > Editoriale Articolo

Non ho fame!

Può capitare in tutte le migliori famiglie: il temuto istante in cui il bambino pronuncia la fatidica frase “non ho fame!”. Questa mini guida vuole essere una rassicurazione per i genitori all’ascolto, niente panico! È tutto sotto controllo e non c’è nulla di strano. Succede pressoché a tutti i bimbi, prima o poi, di passare questa fase e qui di seguito avete qualche dritta per affrontarla al meglio.

Ci sono bimbi che improvvisamente rifiutano alcuni cibi o addirittura saltano i pasti. Altri che non si sono mai mostrati delle buone forchette. In tutti i casi, non temete: è tutto nella norma. I bambini sono persone in pieno sviluppo e può succedere che, nel difficile ma affascinante processo della crescita, ci siano momenti in cui l’appetito diminuisce o addirittura sparisce. Come fare, allora, per affrontare queste delicate eventualità senza scoraggiarsi? Con la nostra mini guida, naturalmente! Buona lettura.


 Non ho fame!

Calma e sangue freddo.

Quando un bimbo rifiuta di mangiare, a meno che non ci siano problemi per i quali è utile consultare il pediatra, sta semplicemente manifestando una propria esigenza normale e fisiologica. Con la crescita, passando dall’essere un bebè a un bambino più grande, il piccolo di casa cambia, si trasforma e con lui anche i suoi gusti. A voi genitori spetta il compito di accompagnarlo con fiducia in questo processo evitando il più possibile di perdere le staffe. Osservatelo e state a vedere cosa succede al pasto successivo.


Varietà in cucina.

Una possibile soluzione a questo piccolo/grande problema può essere la varietà delle ricette dedicate al piccolo della famiglia. Se, ad esempio, il vostro bimbo rifiuta un cibo in particolare, non insistete nel propinarglielo a ogni pasto. Cambiate preparazioni e portate pazienza. Conviene riproporre l’ingrediente rifiutato dopo qualche tempo, magari cucinato in modo diverso e osservare la reazione del piccolino.

Mangiare in compagnia.

Molte famiglie, per comodità o esigenze di orari, scelgono di far mangiare il bambini prima (o dopo) rispetto ai genitori. Un trucco molto apprezzato dai più piccoli è allora cambiare anche solo momentaneamente questa abitudine e provare a coinvolgere il bimbo un po’ di più a tavola. Potrebbe risultare sorprendete, poi, la sua reazione se scegliete qualche volta di invitare i suoi amici a pranzo o a cena: è possibile che il vostro bimbo apprezzerà improvvisamente di più le vostre proposte culinarie. E per rendere il momento della pappa con gli amici ancora più giocoso, potete proporre ai vostri bimbi il colorato tagliere frutta e verdura targato Sevi 1831.Il tagliere permette di sviluppare la creatività dei più piccoli e di memorizzare i nomi di frutta e verdura con cui i bambini possono giocare, staccandoli e attaccandoli con il velcro. Un’idea originale e utile che può essere vostra gratis con 1.590 punti della Raccolta Bennet Club oppure con 800 punti + 750 Euro.



E voi, come vi comportate quando il vostro bimbo esclama: “non ho fame!”?

Raccontateci le vostre strategie per affrontare il calo di appetito dei vostri piccoli sulla pagina Facebook di Bennet.

Promozioni

DA BENNET: SCONTO 50% 40% 30%

DA BENNET: 1 + 1 GRATIS

DA BENNET: L'ESTATE È QUA 2