Ritiro: 08:30 di oggi Primo ritiro dalle: 08:30 di oggi
Punto Vendita
Montano Lucino

Fasce Disponibili
Carrello
Il tuo Carrello
Pezzi   0
Calcola Scontrino
Totale 
Vedi prodotti
Primo ritiro disponibile: oggi alle 08:30
Procedi all'acquisto
Svuota carrello Salva il carrello in Lista
Il tuo Punto Vendita Bennet
Il tuo Punto Vendita Bennet
Montano Lucino (CO)
Aperto oggi dalle 09:00 alle 20:00
Primo ritiro disponibile: oggi alle 08:30
È ARRIVATO IL CATALOGO BENNET CLUB 2024! TANTI PREMI TI ASPETTANO, SCOPRILI NEL METAVERSO BENNET!
BennetBanner

Filiera, prodotti e packaging: sempre più green

Quando prendiamo un prodotto e lo mettiamo nel carrello diventiamo parte di una storia. Non si tratta di una favoletta, ma della storia che lega, un tassello dopo l’altro, materie prime grezze, risorse naturali a un prodotto finito e pronto per il consumo. Questa storia è la filiera del prodotto, una rete che può essere molto semplice e lineare o alquanto articolata, che coinvolge attori diversi tra loro e che permette di creare e portare un alimento o più in generale un bene fino al supermercato dove stiamo facendo la spesa.  Una filiera può essere più o meno sostenibile ed è fondamentale il contributo di ogni attore coinvolto per minimizzare l’impatto su ambiente e clima.

Nel 2020 Bennet ha lanciato la linea “Filiera Valore” declinata nei comparti macelleria ed ittico che si pone l’obiettivo di rendere il percorso del prodotto più conosciuto e accessibile per il consumatore finale ma anche rafforzare aspetti come la tracciabilità e il benessere animale. In questa direzione va anche la gamma di prodotti “I Tuoi Buoni Vicini”, che puntano ad esaltare le eccellenze territoriali di piccole realtà di prossimità diventando più sostenibili.  I prodotti selezionati da Bennet sono frutto di un percorso di qualificazione dei fornitori che si basa su standard tecnici e riconosciuti a livello internazionale.
​​​​​​​

L’impegno per una filiera e prodotti più sostenibili hanno portato a una selezione sempre maggiore di prodotti con percorsi di certificazioni ambientali (più 45% tra il 2019 e il 2020). Le certificazioni ambientali su cui Bennet ha scelto di puntare maggiormente sono:
 

- FSC  per i prodotti in carta, legno e cellulosa (linea Award Green Life) che ha registrato un aumento del 20% rispetto al 2019;

- Ecolabel per diverse categorie merceologiche tra cui i detergenti, quelli della Linea Bennet Eco sono letteralmente raddoppiati rispetto al 2019. I prodotti di questa linea contengono materie prime di origine vegetale 100% biodegradabili, ottenute da fonti rinnovabili o dalla fermentazione degli scarti di lavorazione della barbabietola da zucchero e del grano. I flaconi riportano il marchio Plastica Seconda Vita, certificato dall’Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo (IPPR), che garantisce che i flaconi sono prodotti utilizzando il 100% di plastica riciclata post consumo.

- Programma Charter per la pulizia sostenibile: l’adesione a questo programma e al Protocollo Europeo dell’AISE si ritrova nei prodotti della linea Bennet Eco e non solo, che riportano il marchio Cleanright.eu garanzia di prodotti a basso impatto ambientale lungo tutta la filiera.

- Rainforest Alliance che ha assorbito la certificazione UTZ, riguarda diversi prodotti alimentari come frutta, semi oleosi, te, caffè ed è garanzia di impegno per una produzione sostenibile sia da un punto di vista ambientale che sociale.

- Biologico che riguarda i prodotti alimentari realizzati nel rispetto della normativa europea sul Biologico (Linea Bennet Bio). Per questa ragione nel 2015 Bennet ha ottenuto la certificazione con l’ente di certificazione BioAgricert per la commercializzazione di prodotti biologici. Nel 2020, il numero dei prodotti commercializzati a marchio Bio è aumentato del 15% rispetto al 2019.

- Bios - Natur Cosmetics certificazione per cosmetici naturali bio che garantisce l’utilizzo di materie prime biologiche di origine naturale: dalla mandorla, all’avena, al timo, al lino, per la sua linea di prodotti per la cura della persona.
​​​​​​​

- OEKO-TEX prevede diversi standard per il settore tessile, “Standard 100”, certifica l'assenza di sostanze nocive nei tessuti, Made in Green verifica la produzione ecosostenibile e socialmente responsabile. Tra il 2019 e il 2020 sono aumentati del 36% i prodotti certificati OEKO-TEX.


A proposito di filiera, anche il packaging è importante per garantire un trasporto efficiente ma anche per contribuire a un minore impatto ambientale. Da alcuni anni Bennet sta lavorando per rendere i packaging sempre più leggeri, impiegando meno materiale e riducendo la quantità di imballaggi utilizzati per il trasporto dei prodotti. Ogni settore ha visto un ripensamento dei packaging, come ad esempio quello della pasticceria in cui i vassoi di plastica sono stati sostituiti da quelli in cartone per ridurre la quantità di materiale plastico utilizzato per il confezionamento dei dolci.

​​​​​​​ Perché un imballaggio possa essere biodegradabile e compostabile è importante che non vi siano apposte etichette in materiali a loro volta non biodegradabili e compostabili come invece spesso accade. A questo scopo Bennet ha introdotto a fine 2020 per le bilance del reparto ortofrutta di tutte le filiali etichette termiche compostabili smaltibili insieme al sacchetto in mater-bi. L’altro requisito affinché un imballaggio sia effettivamente riciclato spetta invece al consumatore che come sempre gioca un ruolo importantissimo non solo nel corretto conferimento dei rifiuti ma anche nello scegliere e premiare prodotti e produttori più impegnati per la sostenibilità.

loader-gif