Ritiro: 17:30 di oggi Primo ritiro dalle: 17:30 di oggi
Punto Vendita
Montano Lucino

Fasce Disponibili
Carrello
Il tuo Carrello
Pezzi   0
Calcola Scontrino
Totale 
Vedi prodotti
Primo ritiro disponibile: oggi alle 17:30
Procedi all'acquisto
Svuota carrello Salva il carrello in Lista
Il tuo Punto Vendita Bennet
Il tuo Punto Vendita Bennet
Montano Lucino (CO)
Aperto oggi dalle 08:30 alle 20:30
Primo ritiro disponibile: oggi alle 17:30
CATALOGO BENNET CLUB 2023: HAI RITIRATO IL TUO PREMIO? HAI TEMPO FINO AL 31 MARZO PER RITIRARE PREMI O BUONI SPESA!
In famiglia

Come scegliere le luci di Natale

3 minuti di lettura
Come scegliere le luci di Natale Come scegliere le luci di Natale
Salva
Download

Il Natale è ormai vicino ed è quindi arrivato il momento di pensare alle decorazioni per la casa. Tra le varie tipologie di addobbi, le luci di Natale sono tra le più gettonate perché contribuiscono a creare l’atmosfera magica tipica delle festività. Vediamo quindi insieme quali sono i principali tipi di luci natalizie e come scegliere quelle giuste, sia per gli interni che per gli esterni.


Luci natalizie: da dove partire



Quando si acquistano le luminarie di Natale la prima cosa da considerare è la sicurezza dei prodotti: bisogna sempre scegliere le luci che riportano il marchio CE sulla scatola, indice di conformità alle norme di sicurezza, e quelle che sono composte da fili robusti e ben isolati. Inoltre, è preferibile scegliere luci a bassa tensione, ossia a 24 Volt, che siano dotate di un alimentatore separato. In alternativa, oggi esistono anche le luci a batteria che eliminano il problema di dover avere una presa della corrente vicina alle decorazioni perché funzionano con le normali pile. Per le luci esterne, invece, esistono anche quelle ad alimentazione solare, che sono sostenibili e si ricaricano durante il giorno per poi accendersi di sera.

Per quanto riguarda le luci da esterno, inoltre, occorre scegliere i prodotti che riportano il Grado di Protezione, un indice che indica la capacità delle luci di resistere all’umidità e, in generale agli agenti atmosferici. La sigla che contraddistingue questo indica è IPXX, dove le X sostituiscono delle cifre che indicano la resistenza ai vari agenti atmosferici, in base alle istruzioni fornite sulla confezione.



Tipi di luci natalizie



In commercio esistono tantissime tipologie di illuminazioni natalizie. Per orientarsi nella scelta, si può partire dalla distinzione tra i prodotti per l’interno e quelli per l’esterno, che si differenziano sostanzialmente per il materiale con cui sono fatti, ma anche per le dimensioni e la lunghezza, soprattutto nel caso, ad esempio, delle catene luminose, in quanto normalmente le decorazioni per gli esterni devono coprire spazi maggiori e dunque saranno più lunghe. Vediamo quali sono le principali tipologie.

Luci di Natale da esterno



Tra le luminarie natalizie da esterno si possono trovare:

-  Catene luminose: sono fili di luci, intermittenti o fisse, di lunghezze diverse, a seconda di dove andranno posizionate. Possono decorare finestre, balconi, recinzioni, cancelli, ma anche piante, siepi ed alberi.
-  I tubi luminosi: sono tubicini di gomma con diametro di varie dimensioni che contengono all’interno una luce a neon o a LED, che può essere continua o intermittente. Sono dispositivi adatti all’esterno, in quanto i tubicini proteggono le luci dalle intemperie.
-  Le cascate di luci: dette anche “tende luminose”, sono dispositivi composti da vari fili di decine o centinaia di luci, a seconda delle dimensioni, che scendono dall’alto con un effetto a cascata davvero scenografico. Vengono utilizzate, ad esempio, sulle ringhiere dei balconi, oppure sulle pareti o sui tetti a spiovente degli edifici.
-  Gli elementi di arredo luminosi: questo tipo di decorazioni possono avere varie forme e dimensioni. Di solito, questi oggetti luminosi rappresentano i simboli tipici del Natale, ad esempio il pupazzo o i fiocchi di neve, Babbo Natale, l’albero di Natale, le stelle o le renne, i pacchi regalo, le palline natalizie o le ghirlande. Solitamente queste decorazioni sono realizzate in plastica trasparente, sono tridimensionali e sono proprio le luci a delinearne i contorni: possono essere di piccole dimensioni e quindi appese alle pareti o sui balconi, oppure possono essere più grandi e, in tal caso, andranno posizionate a terra, ad esempio davanti l’ingresso di un edificio, per far respirare sin da subito l’atmosfera natalizia agli avventori.


Le luci di Natale da interno



Ecco, invece, le principali tipologie di luci natalizie da interno:

-  Ghirlande o catene luminose: sono le luminarie classiche che si istallano solitamente sul presepe o sull’albero di Natale, composte da fili ai quali sono collegate luci intermittenti di varie dimensioni (solitamente dai 3 ai 5 mm) e colori. Le catene possono avere lunghezze diverse e contenere quindi più o meno luci, a seconda di dove andranno posizionate.
-  Strisce luminose: sono strisce di luci che si possono attaccare sulle pareti, oppure intorno alle porte;
-  Addobbi luminosi: sono oggetti di arredo che hanno la forma dei tipici simboli del Natale (albero, Babbo Natale, stelle, pupazzo di neve, renne etc.), che contengono delle luci e possono essere appesi alle pareti oppure posizionati sopra mensole e mobili.
-  Proiettore a LED: è un dispositivo in grado di proiettare immagini natalizie luminose sulle pareti, per ottenere un effetto scenografico e creare un’atmosfera davvero magica.


Quali luci mettere sull’albero di Natale



Le luci più adatte per l’albero di Natale sono le catene luminose. Per scegliere quelle delle dimensioni adeguate ad avvolgere interamente l’albero, bisogna basarsi sull’altezza di quest’ultimo. Per gli alberi più piccoli, ossia quelli dai 120 ai 150 centimetri di altezza, andranno bene catene lunghe dai 7 ai 15 metri; per gli alberi più grandi, ossia quelli dai 160 ai 200 centimetri di altezza, occorre acquistare catene lunghe dai 15 ai 25 metri e così via. Per quanto riguarda il numero delle luci, questo fattore è variabile: la scelta in questo caso dipende dal gusto personale e dall’effetto che si vuole ottenere, ossia se si desidera un albero pieno di luci, oppure se si preferisce un’illuminazione meno fitta e, dunque, con meno lampadine.

Le caratteristiche delle luci natalizie



Le luci di Natale possono avere caratteristiche diverse. La prima da considerare è la tipologia di illuminazione, ossia quella classica oppure quella a LED. Quest’ultima ormai è molto diffusa, anche perché comporta numerosi vantaggi: le lampadine a LED, infatti, durano di più, non si scaldano, sono ecocompatibili e sono più resistenti, anche agli agenti atmosferici nel caso di luci esterne. Infine, queste sono le altre caratteristiche delle luci di Natale da prendere in considerazione:

-  Luci calde e fredde: quelle calde sono più adatte per gli interni, perché danno, appunto, la sensazione di calore. Quelle fredde, invece, sono più adatte per gli esterni perché sono più visibili. - Luci colorate: sono catene di luci composte da lampadine di colore diverso.
-  Luci fisse/intermittenti: le luminarie tradizionali sono fisse, ossia sono composte da lampadine in genere monocolore, dei colori tipici del Natale, come bianco o rosso, che restano sempre accese. Le luminarie intermittenti, invece, possono essere sia monocolore che di vari colori e la loro peculiarità è che si accendono e si spengono a intermittenza, creando giochi di luce diversi, regalando un effetto scenografico molto suggestivo.
-  Luci musicali: sono catene di luci dotate di dispositivi in grado di emettere degli effetti sonori, riproducendo, ad esempio, melodie natalizie.
-  Luci che si accendono tramite smartphone: le luci natalizie più moderne sono quelle che si possono comandare da remoto tramite un’app sul proprio smartphone o tramite comando vocale. L’app permette anche di scaricare nuove animazioni per le luci intermittenti e di aggiungere delle melodie ai giochi di luci.

La scelta di queste caratteristiche andrebbe valutata in base ai propri gusti personali, ma anche in base allo stile e ai colori scelti per gli altri addobbi della casa, affinché siano in linea con le altre decorazioni, per creare un effetto finale armonico e piacevole.

 

Scopri anche come organizzare lo shopping natalizio!

Bennet ti consiglia Bennet ti consiglia
author-background Bennet ti consiglia

Scopri di più
loader-gif