Ritiro: 08:30 di oggi Primo ritiro dalle: 08:30 di oggi
Punto Vendita
Montano Lucino

Fasce Disponibili
Carrello
Il tuo Carrello
Pezzi   0
Calcola Scontrino
Totale 
Vedi prodotti
Primo ritiro disponibile: oggi alle 08:30
Procedi all'acquisto
Svuota carrello Salva il carrello in Lista
Il tuo Punto Vendita Bennet
Il tuo Punto Vendita Bennet
Montano Lucino (CO)
Aperto oggi dalle 08:30 alle 20:30
Primo ritiro disponibile: oggi alle 08:30
È ARRIVATO IL CATALOGO BENNET CLUB 2024! TANTI PREMI TI ASPETTANO, SCOPRILI NEL METAVERSO BENNET!
Con gli amici

La storia, le tradizioni e le ricette tipiche dell’Oktoberfest

3 minuti di lettura
La storia, le tradizioni e le ricette tipiche dell’Oktoberfest La storia, le tradizioni e le ricette tipiche dell’Oktoberfest
Salva
Download

Ogni anno tra settembre e ottobre si festeggia l’Oktoberfest, la tradizionale festa della birra che dalla Germania si è ormai diffusa in tutto il mondo, conquistando sempre più estimatori. Ma quali sono le origini di questa festa? Scopriamole insieme.


La storia dell’Oktoberfest

L’origine dell’Oktoberfest risale al 12 ottobre del 1810, giorno in cui l’allora principe bavarese Ludwig sposò la principessa Therese von Sachsen-Hildburghausen di Sassonia. I festeggiamenti per le nozze furono organizzati in un prato della periferia di Monaco, quello che per i tedeschi è il “Wiese” e che in seguito fu ribattezzato “Theresienwiese” in onore della principessa. La festa durò per ben cinque giorni e coinvolse tutti i cittadini della Baviera fino alla sua conclusione, quando fu organizzata una corsa di cavalli alla quale presenziò anche la famiglia reale.

La festa entusiasmò così tanto la popolazione che fu deciso di ripeterla anche l’anno successivo e quello dopo ancora, fino a trasformarla in un vero e proprio evento della tradizione locale. Nel 1811, oltre alla corsa dei cavalli, fu organizzata anche una festa agricola per promuovere i prodotti locali e favorire lo sviluppo dell’economia della zona. A partire dal 1818 furono introdotti anche giochi e giostre per divertire ancora di più i partecipanti, che si riunivano in piccole baracche nelle quali si beveva birra.

Negli ultimi anni dell’Ottocento, grazie al lavoro di osti e produttori di birra, si passò a dei veri e propri tendoni per accogliere un numero crescente di visitatori, attratti da quello che ormai era già diventato l’Oktoberfest, evento che poi divenne famoso anche fuori dalla Baviera.

Questi tipici festeggiamenti in Germania sono andati avanti da allora fino a oggi, ripetendosi ogni anno e fermandosi solo in periodi critici, dovuti a guerre o epidemie. Nel 1950 l’allora sindaco di Monaco, Thomas Wimmer, introdusse la tradizione dell’“O'Zapft is!”, che tradotto significa “è stappato”: fu proprio lui, infatti, ad aprire il primo barile di birra della festa alle 12 in punto, dopo la tipica sfilata di rito. Ancora oggi, la festa ha davvero inizio solo con l’apertura del primo barile, momento dopo il quale si inizia a riempire i boccali per tutti.

Oktoberfest: date e tradizioni

L’Oktoberfest oggi si tiene sempre nel Theresienwiese, dove viene allestito una sorta di luna park, con giostre e numerosi tendoni dove si possono gustare piatti tipici e ovviamente bere birra. L’evento dura circa 16 giorni: inizia il sabato successivo al 15 settembre e termina la prima domenica di ottobre. Se il 1 o il 2 ottobre è una domenica, allora la festa viene prolungata fino al 3 ottobre, che in Germania è un giorno festivo.  L’evento inizia con la tradizionale sfilata con i costumi tipici del luogo e con la cerimonia del barile, per poi concludersi con tre spari di pistola ai piedi della Statua della Baviera, simbolo della storia di questa festa.

Le birre dell’Oktoberfest

La birra dell’Oktoberfest è la varietà chiamata Märzen, che è più forte e più scura della birra classica. È a bassa fermentazione e può contenere fino al 6% di alcol: secondo la tradizione, questa birra veniva prodotta a marzo, come il suo nome suggerisce, ed era quindi pronta da bere tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

La birra dell’Oktoberfest viene prodotta ancora oggi secondo gli standard tedeschi sanciti dall’editto Reinheitsgebot in vigore dal 1516, un insieme di norme che definirono non solo il processo di produzione della birra, ma anche gli ingredienti consentiti, ossia orzo, luppolo, malto e lievito. Le birre dell’Oktoberfest vengono prodotte solo da sei fabbriche di birra di Monaco che seguono gli standard stabiliti, ossia Augustiner, Hacker-Pschorr, Hofbräu, Löwenbräu, Paulaner e Spaten.  Durante l’evento la birra viene servita nel Maß, il tradizionale boccale da un litro, altro simbolo della festa conosciuto in tutto il mondo.

I piatti tipici dell’Oktoberfest

Il menù dell’Oktoberfest prevede tante specialità bavaresi. Le ricette tipiche possono variare di anno in anno, ma ci sono alcuni cibi della tradizione che di certo non mancheranno mai sotto ai tendoni del Wiese. Ecco quali sono:

Bretzel: è il pane tradizionale dalla forma inconfondibile, servito spesso come antipasto insieme a salumi tipici, come speck, pancetta, prosciutto e formaggi.
Brotsuppe: è una zuppa di pane che ha origine nella tradizione contadina tedesca. Il piatto è composto da pezzi di pane raffermo, verdure e patate, il tutto insaporito da erbe e spezie come pepe, noce moscata ed erba cipollina. Di solito viene servita accompagnata con del formaggio.
-  Wurstel e crauti: è uno dei piatti tipici simbolo dell’Oktoberfest. I wurstel possono essere cotti in vari modi, mentre i crauti sono realizzati con foglie di cavolo cappuccio tagliate a strisce sottili e fatte fermentare con sale, pepe e spezie.
Stinco di maiale: viene di solito accompagnato con delle patate al forno ed è un altro cibo tipico di questa festa. Spesso viene cotto nella birra per conferirgli un sapore intenso e unico.
Strudel: è un dolce tipico bavarese dalle origini antiche. È realizzato con uvetta, mele, zucchero, cannella, pinoli o noci e può essere accompagnato anche da panna o gelato.

Vuoi festeggiare l’Oktoberfest a casa? Scopri allora come organizzare una degustazione di birre con gli amici!

Scopri anche i piatti tipici europei!

Bennet ti consiglia Bennet ti consiglia
author-background Bennet ti consiglia

Scopri di più
loader-gif