Ritiro: 18:00 di oggi Primo ritiro dalle: 18:00 di oggi
Punto Vendita
Montano Lucino

Fasce Disponibili
Carrello
Il tuo Carrello
Pezzi   0
Calcola Scontrino
Totale 
Vedi prodotti
Primo ritiro disponibile: oggi alle 18:00
Procedi all'acquisto
Svuota carrello Salva il carrello in Lista
Il tuo Punto Vendita Bennet
Il tuo Punto Vendita Bennet
Montano Lucino (CO)
Aperto oggi dalle 08:30 alle 20:30
Primo ritiro disponibile: oggi alle 18:00
È ARRIVATO IL CATALOGO BENNET CLUB 2024! TANTI PREMI TI ASPETTANO, SCOPRILI NEL METAVERSO BENNET!
In cucina

I 10 piatti tipici europei da provare almeno una volta

5 minuti di lettura
I 10 piatti tipici europei da provare almeno una volta I 10 piatti tipici europei da provare almeno una volta
Salva
Download

La cucina europea è un meraviglioso mosaico di tradizioni culinarie che si sono sviluppate nel tempo. Ogni paese ha contribuito a questa ricca e variegata tavolozza gastronomica con tantissimi piatti che raccontano storie e culture diverse.

In occasione degli Europei di calcio 2024, partiamo per un viaggio tra le ricette di alcuni dei paesi che partecipano alla competizione: scopriamo dieci piatti tipici europei, scelti tra quelli simbolici che definiscono l'identità di ciascuna nazione e che andrebbero provati almeno una volta per il loro particolare gusto, o semplicemente per scoprire i diversi sapori del nostro continente.



Il pudding inglese



Il pudding inglese, noto anche come "Christmas Pudding", ha origini antiche che risalgono al Medioevo. Questo dessert natalizio ricco e speziato, spesso sfumato con il brandy, è composto da una miscela di frutta secca, noci, zucchero, spezie e grasso. La cucina inglese vanta una varietà di altri pudding, sia dolci che salati. Tra i pudding salati, spicca il "Yorkshire Pudding" tradizionalmente servito con il roast beef della domenica. Questo piatto viene preparato con una pastella di uova, farina e latte, cotta fino a diventare leggera e soffice.
 

Lo stegt flæsk danese



Lo stegt flæsk è considerato il piatto nazionale della Danimarca e rappresenta perfettamente la semplicità e il gusto della cucina danese. Si tratta di pancetta di maiale croccante, servita con patate bollite e una salsa al prezzemolo. Questo piatto sostanzioso è spesso accompagnato da una birra locale, che ben si sposa con il sapore sfizioso della ricetta.
 

Lo stamppot olandese



Lo stamppot è un piatto tradizionale dei Paesi Bassi, particolarmente popolare durante i mesi invernali. Consiste in un purè di patate mescolato con una varietà di verdure come cavolo riccio, carote e cipolle. Questo piatto semplice e nutriente è solitamente servito con una salsiccia affumicata e della mostarda. Le origini dello stamppot risalgono al XVI secolo e oggi esistono molte varianti regionali di questa ricetta, ciascuna con una combinazione unica di verdure.
 

La soupe à l'oignon francese



Tra i piatti tipici europei non si può non menzionare la soupe à l'oignon, un grande classico della cucina francese, originario della regione di Parigi. Questo piatto, che discende da un’antica ricetta dell'epoca romana, è una zuppa ricca e saporita a base di cipolle caramellate, brodo di manzo e pane tostato, il tutto gratinato con formaggio grattugiato. Viene tradizionalmente servita come antipasto o piatto principale nelle fredde serate invernali. In passato la soupe à l'oignon era un piatto molto popolare tra le classi lavoratrici francesi, poiché le cipolle erano facilmente reperibili e poco costose.
 

Le moules-frites belghe



Le moules-frites sono uno dei piatti più iconici del Belgio. Consistono in cozze cotte in una varietà di salse, la più comune delle quali è a base di vino bianco, burro, cipolla e prezzemolo. Le cozze sono accompagnate da patatine fritte croccanti, creando un contrasto perfetto di sapori e consistenze. Questo piatto riflette la ricca tradizione culinaria belga, che combina influenze francesi e fiamminghe.
 

Il Weißwurst tedesco



Il Weißwurst è una salsiccia bianca tipica della Baviera, realizzata con carne di vitello e pancetta di maiale, aromatizzata con prezzemolo, limone, macis, cipolla, zenzero e cardamomo. Tradizionalmente, il Weißwurst viene consumato come spuntino prima di mezzogiorno, accompagnato da senape dolce e pretzel freschi. Questa salsiccia è bollita anziché grigliata o fritta, mantenendo un sapore delicato e una consistenza morbida.
 

Il gulash ungherese



Il gulash è un piatto tipico europeo, simbolo dell'Ungheria, noto per il suo ricco sapore e la sua lunga storia. Originariamente era una zuppa preparata dai mandriani ungheresi, poi è diventato un sostanzioso stufato a base di carne di manzo, cipolle, paprika, pomodori e peperoni. È spesso accompagnato da pane o nokedli, una sorta di gnocchi ungheresi.
 

La Sachertorte austriaca



Tra i piatti tipici europei famosi in tutto il mondo un posto d’onore lo merita certamente la Sachertorte, il dolce viennese creato nel 1832 da Franz Sacher per il principe Klemens von Metternich. Questo goloso dessert è composto da due strati di soffice torta al cioccolato, separati da uno strato di confettura di albicocche e ricoperti da una glassa di cioccolato fondente. La torta spesso servita con una generosa porzione di panna montata.
 

La paella spagnola



La paella è uno dei piatti più iconici della Spagna e della cucina europea. Originario della regione di Valencia, questo piatto di riso ha una lunga storia che risale al XIX secolo ed è stato influenzato dalla cucina romana e araba. Il termine "paella" deriva dalla parola latina "patella", che significa padella e si riferisce al recipiente basso e largo chiamato “paellera” usato per cucinare questo piatto. La paella tradizionale valenciana è preparata con riso, zafferano, pollo, coniglio e verdure come fagiolini e pomodori. Esistono molte varianti della paella, tra cui la paella de marisco, che utilizza frutti di mare come gamberi, calamari e cozze, e la paella mixta, che combina carne e pesce.
 

I pasteis de nata portoghesi



Il nostro viaggio tra i piatti tipici della cucina europea si conclude con i pasteis de nata, deliziosi pasticcini portoghesi a base di crema, originari di Lisbona. Questi dolci sono composti da un guscio di pasta sfoglia croccante riempito con una crema a base di tuorli d'uovo, zucchero, panna e aromatizzati con un tocco di cannella. Sono solitamente serviti caldi e spolverati con zucchero a velo o cannella. I pasteis de nata sono nati nel Monastero dos Jerónimos nel quartiere di Belém a Lisbona, dove i monaci li preparavano per sfruttare i tuorli d'uovo avanzati dalla produzione del vino.
Bennet ti consiglia Bennet ti consiglia
author-background Bennet ti consiglia

Scopri di più
loader-gif