Ritiro: 13:00 di oggi Primo ritiro dalle: 13:00 di oggi
Punto Vendita
Montano Lucino

Fasce Disponibili
Carrello
Il tuo Carrello
Pezzi   0
Calcola Scontrino
Totale 
Vedi prodotti
Primo ritiro disponibile: oggi alle 13:00
Procedi all'acquisto
Svuota carrello Salva il carrello in Lista
Il tuo Punto Vendita Bennet
Il tuo Punto Vendita Bennet
Montano Lucino (CO)
Aperto oggi dalle 08:30 alle 20:30
Primo ritiro disponibile: oggi alle 13:00
È ARRIVATO IL CATALOGO BENNET CLUB 2024! TANTI PREMI TI ASPETTANO, SCOPRILI NEL METAVERSO BENNET!
In cucina

Le proprietà della soia

3 minuti di lettura
Le proprietà della soia Le proprietà della soia
Salva
Download

La soia è un vegetale originario dell’Oriente dove viene consumata in grandi quantità. Oggi viene coltivata e consumata in tutto il mondo ed è sempre più apprezzata, soprattutto da vegani e vegetariani, perché è un’ottima fonte proteica in alternativa alla carne. Scopriamo insieme quali sono le proprietà della soia e i suoi benefici per l’organismo.


Cos’è la soia



La soia è un legume simile a fagioli o lenticchie. La pianta è originaria dell’estremo Oriente, dove veniva coltivata già 5000 anni fa: in Occidente, invece, è arrivata solo tra l’Ottocento e il Novecento. Oggi viene coltivata molto soprattutto in Cina e Giappone, ma anche in Sud America e negli Stati Uniti, e viene consumata in tutto il mondo.

La soia ha un elevato contenuto proteico ed è anche più digeribile rispetto ad altri legumi, in quanto contiene molte fibre, oltre a vitamine del gruppo B e minerali, come calcio, fosforo e potassio. Inoltre, non contiene colesterolo, altro elemento che la rende preziosa nella nostra alimentazione.

I valori nutrizionali medi della soia per 100 gr di prodotto sono:

-  Kcal: 446 - Proteine: 36,49 gr
-  Carboidrati: 30,16 gr
-  Grassi: 19,94 gr
-  Fibre: 9,3 gr
-  Sodio: 2 mg
-  Calcio: 277 mg
-  Ferro: 15,7 mg
-  Magnesio: 280 mg


Le proprietà della soia



La soia possiede numerose proprietà benefiche per il nostro organismo che si possono riassumere così:

-  È in grado di regolarizzare l’attività intestinale, grazie alle fibre che contiene;
-  Può aiutare a tenere sotto controllo i livelli di glicemia e colesterolo. In quest’ultimo caso in particolare, alcuni studi hanno dimostrato che la soia è in grado di abbattere del 10-15% la quantità del colesterolo LDL, ossia quello cattivo che può causare danni alle nostre arterie;
Aiuta a proteggere il cuore, riducendo il rischio di malattie cardiache, e può anche aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, grazie all’arginina, un amminoacido utile per regolare la pressione;
-  Può aiutare a combattere i disturbi della menopausa, grazie agli isoflavoni e ai fitoestrogeni, ossia composti come genisteina, daidzeina e gliciteina, sostanze molto simili agli estrogeni, gli ormoni sessuali femminili. Per le stesse ragioni, la soia aiuterebbe a contrastare anche i sintomi della sindrome premestruale e gli sbalzi ormonali a essa correlati;
Aiuta a ridurre il rischio di cancro, in particolare di quello alla prostata e al seno: alcuni studi hanno evidenziato che la molecola genisteina riuscirebbe a contrastare l’insorgenza dei tumori, interferendo con la proliferazione delle cellule tumorali, anche grazie alla sua capacità di ridurre i livelli degli ormoni sessuali;
Fa bene alle ossa, sia per l’elevato contenuto di calcio, sia per la daidzeina, molecola in grado di contrastare la decalcificazione ossea e dunque l’osteoporosi.


Soia: benefici ma anche controindicazioni



Nonostante le numerose proprietà benefiche dei germogli di soia, questo legume può avere anche delle controindicazioni, ovviamente solo nel caso in cui venga consumata in eccesso e solo in presenza di alcune condizioni, come del resto accade anche con tanti altri alimenti. Ecco quali sono le principali:

-  In gravidanza e nei primi anni di vita la soia andrebbe consumata con cautela, in quanto i fitoestrogeni potrebbero interferire con il corretto sviluppo delle ghiandole endocrine e con la regolarizzazione della loro attività;
-  Il consumo della soia è sconsigliato alle donne che hanno avuto il cancro al seno: in realtà, come spiegato in precedenza, le sostanze contenute nella soia sarebbero in grado di contrastare l’insorgenza dei tumori; alcuni studi hanno però evidenziato che i fitoestrogeni potrebbero interferire con le terapie ormonali o stimolare le cellule tumorali nel caso di cancro alla mammella. In attesa di ulteriori studi sull’argomento, alle donne che hanno avuto questo tipo di tumore è quindi sconsigliato il consumo di questo prodotto;
-  Sempre per la presenza di fitoestrogeni, il consumo della soia è sconsigliato a chi soffre di patologie ginecologiche e patologie tiroidee, in quanto queste sostanze potrebbero interferire con la funzionalità della tiroide;
-  L’acido fitico contenuto nella soia potrebbe interferire con l’assorbimento di minerali quali ferro, calcio e magnesio. Tuttavia, l’ammollo, la cottura e il consumo di prodotti fermentati come il tofu, diminuirebbe questo effetto;
-  I prodotti a base di soia potrebbero interferire con l’efficacia di alcuni farmaci, per questa ragione è sempre meglio chiedere consiglio al proprio medico.

In generale, dunque, è bene limitare il consumo della soia in presenza di determinate patologie o condizioni; in ogni caso, è sempre meglio acquistare prodotti a base di soia proveniente da agricoltura biologica e possibilmente non OGM.

Scopri anche quali sono le proprietà dello zenzero, degli agrumi e del pesce azzurro.


Bennet ti consiglia Bennet ti consiglia
author-background Bennet ti consiglia

Scopri di più
loader-gif