Ritiro: 08:30 di mercoledì Primo ritiro dalle: 08:30 di mercoledì
Punto Vendita
Montano Lucino

Fasce Disponibili
Carrello
Il tuo Carrello
Pezzi   0
Calcola Scontrino
Totale 
Vedi prodotti
Primo ritiro disponibile: mercoledì alle 08:30
Procedi all'acquisto
Svuota carrello Salva il carrello in Lista
Il tuo Punto Vendita Bennet
Il tuo Punto Vendita Bennet
Montano Lucino (CO)
Aperto oggi dalle 08:30 alle 20:30
Primo ritiro disponibile: mercoledì alle 08:30
È ARRIVATO IL CATALOGO BENNET CLUB 2024! TANTI PREMI TI ASPETTANO, SCOPRILI NEL METAVERSO BENNET!
In famiglia

L’origine dell’uovo di Pasqua e la storia di questa tradizione

5 minuti di lettura
L’origine dell’uovo di Pasqua e la storia di questa tradizione L’origine dell’uovo di Pasqua e la storia di questa tradizione
Salva
Download

Le uova sono simboli della Pasqua, prodotti che non possono mancare sulla tavola pasquale in ogni famiglia. Ma da dove nasce la tradizione dell’uovo di Pasqua? Scopriamolo insieme.


La storia dell’uovo di Pasqua
 

L’origine dell’uovo di Pasqua è legata alla tradizione in virtù della quale si regalavano delle uova in determinate occasioni. Questa tradizione è molto antica in quanto l’uovo ha sempre avuto un significato simbolico in tutte le principali civiltà antiche. Nella maggior parte dei casi, l’uovo rappresentava la vita ed era un simbolo di fertilità; in alcune culture, la sua forma rappresentava l’unione di Terra e Cielo.
 

Per gli antichi Egizi, invece, l’uovo rappresentava l’origine del mondo, nonché l’unione dei quattro elementi, ovvero aria, acqua, terra e fuoco. Per altri popoli, ad esempio per i Persiani, l’uovo era un simbolo di rinascita: per questa ragione, per tradizione si regalavano delle uova in primavera, la stagione della rinascita della natura.
 

La tradizione cristiana dell’uovo di Pasqua
 

Con l’avvento del cristianesimo l’uovo, che era già simbolo di nuova vita, è diventato il simbolo della Resurrezione di Cristo. La tradizione delle uova di Pasqua come la intendiamo noi oggi è nata nel Medioevo in Germania, dove diventò ben presto un’usanza diffusa quella di regalare uova bollite avvolte in foglie e fiori, che conferivano alle uova colorazioni particolari e naturali.
 

Questa consuetudine si diffuse ben presto anche nei ceti più alti: gli aristocratici e i nobili iniziarono a regalare uova decorate fatte con metalli preziosi come oro, argento e platino.
 

L’origine della sorpresa all’interno dell’uovo di Pasqua
 

Nel XIX secolo in Russia lo zar Alessandro III ordinò all’orafo Peter Carl Fabergé di creare delle uova decorate con metalli preziosi da regalare alla zarina. Il primo uovo realizzato era in platino e conteneva al suo interno un altro uovo più piccolo che racchiudeva due doni: una riproduzione della corona imperiale e un pulcino dorato. Questo tipo di uovo è noto come “uovo Matrioska” proprio perché conteneva un altro uovo al suo interno, con un’ulteriore sorpresa. L’usanza di mettere un dono all’interno delle uova di Pasqua, dunque, deriverebbe proprio dalle uova create dall’orafo russo.
 

L’origine delle uova di cioccolato
 

La nascita delle uova di cioccolato si deve al Re Sole. All’inizio del 1700, infatti, Luigi XIV ordinò al suo maître chocolatier di realizzare un uovo di cacao: tuttavia, sembra che si trattasse solo di un normale uovo ricoperto di cioccolato. Sempre nel XVIII secolo, a Torino alcune pasticcerie iniziarono a esporre gusci d’uovo riempiti di cioccolato liquido proprio in occasione della Pasqua.
 

L’uovo di cioccolato come lo conosciamo noi oggi, però, si deve al pasticcere olandese Van Houten che, nel 1828, inventò il primo stampo concavo che consentiva di produrre il sottile guscio delle uova di cioccolato. A quel punto, essendo vuote all’interno, queste uova avrebbero potuto facilmente contenere una sorpresa. Nel 1905 fu poi l’inglese John Cadbury a iniziare a produrre in serie le prime uova di cioccolato contenenti regali; a lui si deve anche l’invenzione del cioccolato al latte.
 

La tradizione delle uova di Pasqua oggi
 

La tradizione dell’uovo di Pasqua si è diffusa man mano in tutto il mondo, mantenendosi nel tempo fino ad arrivare a noi. Insieme alla colomba, altro simbolo pasquale, l’uovo di Pasqua di cioccolato è uno dei dolci tipici di questa festa e ancora oggi si usa regalarlo alle persone care.

Sul mercato c’è solo l’imbarazzo della scelta: molte pasticcerie producono uova di cioccolato su richiesta, personalizzandole con decorazioni particolari e inserendo al loro interno sorprese scelte direttamente dal cliente. In alternativa, anche al supermercato si possono trovare uova di cioccolata confezionate di grande qualità e di varie tipologie: possono essere delle più svariate dimensioni, da quelle giganti fino agli ovetti piccoli in formato cioccolatino. Vengono prodotte con tutti i principali tipi di cioccolato, ovvero fondente, al latte, bianco e anche quello con l’aggiunta delle nocciole o di altri ingredienti.

Ovviamente, anche oggi nelle uova di Pasqua non può mancare la sorpresa, che può variare in base alla tipologia di uovo: quelli dedicati ai bambini, ad esempio, contengono dei piccoli giocattoli; quelli per gli adulti, invece, possono contenere dei piccoli oggetti utili, come dei portachiavi, oppure anche dei gioielli, come anelli, orecchini o collanine.

Sulla tavola di ogni famiglia, insomma, le uova da gustare e da scartare in compagnia per scoprire la sorpresa possono contribuire a rendere ancora più allegro e speciale il pranzo di Pasqua. Terminata la festa, il cioccolato avanzato potrà poi essere utilizzato per preparare una buonissima torta: clicca qui per scoprire la ricetta!

Bennet ti consiglia Bennet ti consiglia
author-background Bennet ti consiglia

Scopri di più
loader-gif