Ritiro: 08:30 di oggi Primo ritiro dalle: 08:30 di oggi
Punto Vendita
Montano Lucino

Fasce Disponibili
Carrello
Il tuo Carrello
Pezzi   0
Calcola Scontrino
Totale 
Vedi prodotti
Primo ritiro disponibile: oggi alle 08:30
Procedi all'acquisto
Svuota carrello Salva il carrello in Lista
Il tuo Punto Vendita Bennet
Il tuo Punto Vendita Bennet
Montano Lucino (CO)
Aperto oggi dalle 08:30 alle 20:30
Primo ritiro disponibile: oggi alle 08:30
È ARRIVATO IL CATALOGO BENNET CLUB 2024! TANTI PREMI TI ASPETTANO, SCOPRILI NEL METAVERSO BENNET!
All aria aperta

Come fare giardinaggio: la guida per iniziare

5 minuti di lettura
Come fare giardinaggio: la guida per iniziare Come fare giardinaggio: la guida per iniziare
Salva
Download

Il giardinaggio è molto più di una semplice attività: è un modo per connettersi con la natura, creare spazi rigogliosi e godere dei frutti del proprio lavoro. Questa pratica porta con sé una serie di vantaggi, come la possibilità di dedicarsi a un hobby rilassante e gratificante e l’opportunità di creare uno spazio verde casalingo piacevole dove poter trascorrere del tempo in tranquillità. Se sei un principiante desideroso di iniziare il tuo viaggio nel mondo del giardinaggio, sei nel posto giusto. In questa guida, esploreremo le basi del giardinaggio, gli strumenti essenziali, i tipi di terreno e vaso, i sistemi di irrigazione e i criteri per la selezione delle piante, fornendo una panoramica completa per intraprendere questa nuova avventura.


Le basi del giardinaggio

Come iniziare a fare giardinaggio? Prima di procedere all’acquisto di tutto l’occorrente, il primo ed essenziale passo da fare è valutare attentamente le caratteristiche del tuo spazio verde, che può essere un giardino, un terrazzo o anche un semplice balcone dove posizionare dei vasi. Considera la posizione, l'esposizione al sole e all'ombra, nonché il clima abituale della tua zona. Queste informazioni ti aiuteranno a selezionare le piante più adatte al tuo caso. Inoltre, assicurati di dotarti degli attrezzi da giardinaggio giusti per il lavoro e di tutti gli strumenti fondamentali per iniziare a piantare le tue piante. Vediamo quali sono.

Gli attrezzi da giardinaggio: l’elenco degli strumenti essenziali

Quando si tratta di fare giardinaggio, avere gli strumenti giusti è fondamentale per ottenere risultati soddisfacenti. Gli attrezzi da giardinaggio sono progettati per facilitare una vasta gamma di compiti, dalla preparazione del terreno alla potatura delle piante. Ecco quali sono attrezzi essenziali:

1. Rastrello: questo strumento è indispensabile per livellare il terreno e rimuovere detriti come foglie secche, erbacce e resti di piante.

2. Pala: è uno strumento versatile che viene utilizzato per scavare buche per piantare nuove piante, spostare il terreno da un punto all'altro e rimuovere radici e detriti.

3. Forbici da Potatura: sono progettate per tagliare rami e foglie con precisione e sono necessarie per mantenere le piante sane e ben formate, rimuovendo parti danneggiate o malate.

4. Zappa: è uno strumento essenziale per rivoltare il terreno e rimuovere le erbacce.

5. Spruzzatore: è uno strumento versatile utilizzato per irrigare le piante ma anche per applicare fertilizzanti, pesticidi o insetticidi, per questa ragione sarebbe meglio averne più di uno, a seconda della sua destinazione.

6. Guanti da Giardinaggio: sono progettati per proteggere le mani dai tagli, dalle spine e dai detriti durante il lavoro in giardino. Sono disponibili in una varietà di materiali, tra cui pelle, lattice e nylon, e offrono una protezione confortevole e traspirante.

7. Secchio o carriola: questi contenitori sono utilizzati per trasportare terra, compost, fertilizzanti e altri materiali più o meno pesanti necessari per il giardinaggio

8. Tagliaerba: se il tuo giardino include un prato, un tagliaerba è uno strumento essenziale per mantenere l'erba corta e ordinata.


Oltre a quelli che abbiamo elencato, esistono poi molti altri attrezzi da giardinaggio più specifici e professionali, a seconda delle tue esigenze e del tipo di giardinaggio che desideri praticare. Nella scelta degli attrezzi giusti per lavorare facilmente e in sicurezza, assicurati di investire in attrezzature di qualità e poi ricorda di prenderti cura dei tuoi strumenti per garantirne la durata nel tempo, pulendoli sempre accuratamente e riponendoli in un luogo riparato dalle intemperie.

I tipi di terriccio per fare giardinaggio
 

Dopo aver acquistato tutti gli strumenti necessari, il passo successivo per fare giardinaggio è comprare i sacchi di terriccio idonei sia per le piante che desideri coltivare, sia per le caratteristiche dello spazio dove andranno piantate. È dunque bene conoscere quali sono i principali tipi di terriccio:
 

  • Terriccio argilloso: trattiene bene l'umidità ma può essere difficile da lavorare. È ideale per piante che amano un terreno umido.
  • Terriccio sabbioso: drena rapidamente, ideale per piante che richiedono un buon drenaggio e soprattutto per quelle che non tollerano terreni umidi.
  • Terriccio limoso: è una miscela versatile ed equilibrata di sabbia, argilla e materia organica, ottima per la maggior parte delle piante.
  • Terriccio calcareo: è ricco di calcio, adatto per piante che preferiscono terreni alcalini. Può essere modificato con l'aggiunta di compost per renderlo adatto a una varietà più ampia di piante.

     

I principali tipi di vaso
 

I vasi sono disponibili in una vasta gamma di materiali, tra cui terracotta, plastica, ceramica e legno. Ogni tipo ha vantaggi e svantaggi, a seconda delle esigenze delle piante e del tuo stile di giardinaggio. Ad esempio, i vasi di terracotta sono porosi e permettono un migliore scambio di aria e acqua, mentre quelli in plastica sono leggeri e facili da spostare. I vasi sospesi sono ideali per piante rampicanti e per massimizzare lo spazio disponibile.

I metodi di irrigazione
 

Mantenere le piante ben idratate è fondamentale per far sì che crescano rigogliose. Ci sono diversi metodi di irrigazione tra cui scegliere, tra cui l'irrigazione a goccia, l'irrigazione a scomparsa, l'irrigazione a pioggia e l'irrigazione manuale, la più frequente e la più semplice, perché basta avere un annaffiatoio o un tubo collegato a un rubinetto. Ogni metodo ha i suoi vantaggi e svantaggi e, per orientarsi nella scelta, bisogna considerare i seguenti fattori: le condizioni climatiche e la frequenza delle piogge; la tipologia di piante e il loro fabbisogno d’acqua; il tempo a disposizione per prendersi cura delle piante (se è poco, è meglio optare per un sistema d’irrigazione automatico). In ogni caso, è sempre bene scegliere il metodo più efficace, facendo sempre attenzione a evitare sprechi idrici per salvaguardare questa preziosa risorsa, e i ristagni d’acqua, dannosi per le piante.

Come scegliere le piante
 

Come anticipato, quando scegli le piante per il tuo giardino dovresti considerare diversi fattori, tra cui il clima locale, l'esposizione al sole e l'umidità del terreno: queste caratteristiche ti aiuteranno a scegliere, ad esempio, piante che amano il sole oppure piante che crescono bene anche a mezz’ombra o all’ombra. Inoltre, opta per piante adatte al tuo livello di esperienza e alla manutenzione che sei disposto a dedicare loro. Infine, scegli anche in base al tuo gusto personale e allo stile che vuoi dare al tuo spazio verde: ad esempio, le piante primaverili come tulipani e narcisi aggiungono colore e vitalità, mentre le piante sempreverdi come l'alloro portano verde tutto l'anno. Le piante grasse come i cactus, invece, possono essere adatte a chi ha poco tempo da dedicare all'irrigazione. Ricorda di considerare anche le dimensioni delle piante una volta adulte e il loro potenziale impatto sul paesaggio del tuo giardino.

Con queste informazioni di base, sei pronto per intraprendere questo nuovo hobby, un’attività nella quale apprenderai man mano tante altre cose, per migliorare la tecnica e diventare un vero esperto di piante. Buon giardinaggio!

Bennet ti consiglia Bennet ti consiglia
author-background Bennet ti consiglia

Scopri di più
loader-gif